Close

La macchina per sottovuoto: dare più vita agli alimenti

Macchina per sottovuoto

Cucina e alimenti: un valido strumento per la conservazione

La cucina è l’anima della casa, si sa, e niente regala gioie come preparare deliziosi cibi da consumare da soli o in compagnia. Tante sono le specialità regionali, internazionali e anche gourmet che si possono preparare con facilità, grazie anche a tutti i “partner” che ad oggi possiamo acquistare a prezzi accessibili. In questo articolo parliamo di un macchinario che sta riscuotendo molto successo, un tempo utilizzato esclusivamente nell’industria alimentare e nella grande distribuzione ma che oggi migliora decisamente la vita in cucina: la macchia sottovuoto.

Le macchine sottovuoto

Ne esistono svariati modelli con altrettante varie funzioni e caratteristiche, ma sono comunque tantissimi i vantaggi di cui beneficiare acquistandone una anche per esclusivo uso casalingo! Innanzitutto i cibi confezionati sottovuoto si conservano fino a 3 volte di più, grazie alla totale assenza d’aria che viene a crearsi nelle buste-contenitore. Rispetto ad altri metodi di conservazione, come per esempio surgelamento e congelamento, il sottovuoto mantiene inalterate tutte le proprietà di qualsiasi tipologia di cibo: carne, pesce, vegetali e così via, senza limiti; persino il vino d’annata può essere messo sotto vuoto! Infatti si può creare il sottovuoto anche con liquidi come zuppe, creme e salse. Con cibi conditi e speziati sotto vuoto si possono preparare specialità culinarie di alto livello con il metodo di cottura Sous Vide. E infine, nota non meno importante, l’utilizzo di una macchina per sottovuoto permette di tenere la dispensa perfettamente in ordine!

Caratteristiche dell’elettrodomestico

Ma come funzionano queste macchine? Il meccanismo è davvero molto semplice: il cuore di questo elettrodomestico è la Pompa di aspirazione: la pompa aspira l’aria dall’apposito sacchetto dove è contenuto il cibo; la macchina provvede poi a sigillare il tutto, creando un perfetto contenitore a prova di batteri, muffe e aria, responsabili del deterioramento degli alimenti. A seconda del modello, poi, vi possono essere più o meno funzionalità, optional o accessori: si possono trovare diversi programmi pre-impostabili a seconda del tipo di alimento (umido, secco, semiliquido e così via) oppure poter regolare la temperatura di saldatura, per adattarsi ai vari tipi di sacchetti, o ancora le possibilità di sigillare con o senza sottovuoto. Più la macchina è di livello professionale e più funzioni saranno presenti. Le dimensioni sono variabili, e per l’utilizzo casalingo esistono molti modelli compatti e leggeri che non ingombrano eccessivamente il piano di lavoro.

Utilizzi domestici e professionali

Basta pensarci un attimo e vengono subito alla mente i molteplici alimentari prodotti negli stabilimenti industriali che vengono poi venduti sottovuoto: biscotti, caffè, verdure, pesce e carne surgelate eccetera. Non tutti forse sanno però che è possibile mettere sottovuoto anche oggetti come gioielli, libri o piccoli elementi elettronici che vanno protetti durante i vari passaggi tra fornitori e venditori. Di conseguenza anche l’utilizzo casalingo delle macchine sottovuoto può essere riservato alle medesime categorie di cibi e oggetti; ovviamente per ogni funzione serve il tipo di macchina giusta.

Consigli su Come scegliere Le migliori macchine sottovuoto

Quando si decide di acquistare una macchina per il sottovuoto c’è solo l’imbarazzo della scelta; ma per portarsi a casa quella giusta per le proprie esigenze è sufficiente valutare pochi semplici fattori.

Pompa di aspirazione

Come detto all’inizio, la pompa è il cuore della macchina sottovuoto. Una volta deciso se il dispositivo verrà utilizzato di frequente o per conservare il cibo molto a lungo si dovrà orientare la scelta verso un macchinario con una capacità di aspirazione e creazione del vuoto molto efficace: in linea generale una buona macchina ha un valore di vuoto intorno ai -0,9/-0,8 bar. I modelli più innovativi sono spesso composti da doppia pompa, che accentua le performance e permette alla macchina di durare più a lungo nel tempo.

Potenza

Anche la potenza della macchina stessa va presa in considerazione, proprio in base alla frequenza di utilizzo. Viene indicata nell’etichetta in Watt e più è alto il valore e più alte saranno le prestazioni. Una buona macchina da sottovuoto non deve avere una potenza inferiore ai 100 W.

Materiali e struttura

Anche i materiali con cui è realizzata la macchina sono molto importanti. Le plastiche sono generalmente di alta qualità e resistenti al calore sprigionato dalla fascia saldante, ma è preferibile spendere qualche soldino in più e acquistare macchine per il sottovuoto in acciaio inox; sono sicuramente più igieniche e facili da pulire e sanificare.

I Sacchetti

Ogni macchina contiene di solito un certo quantitativo di sacchetti compatibili per cominciare subito a conservare i cibi; è bene in seguito orientarsi verso sacchetti goffrati rispetto a quelli lisci poiché favoriscono meglio l’uscita dell’aria. Infine, se si vuole utilizzare i cibi sottovuoto per la cottura Sous-Vide, è necessario assicurarsi che siano resistenti al calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 5 =